mercoledì 12 dicembre 2007

Opinione fresca fresca di Politologo

LEGGE ELETTORALE

Marcia avanti testa indietro

di Giovanni Sartori

La Seconda Repubblica congegnata dal «prodismo» (dalle trovate di Prodi e dei suoi) si sta sfasciando. Dopodiché in ogni caso ci aspetta un sistema elettorale di tipo proporzionale, visto che ce lo darebbe anche il referendum. E se quel proporzionale sarà «buono», di tipo tedesco o spagnolo, è importante capire che il nuovo sistema modifica il gioco perché ne cambia i protagonisti: il fulcro e l'epicentro. Nella Prima Repubblica l'epicentro era un partito dominante «fisso » (la Dc). Nella Seconda i protagonisti sono stati le «iper-coalizioni», le ammucchiate di 5-15 partiti. In futuro il fulcro dovrebbero essere, dopo il pantano delle ammucchiate, i partiti singolarmente intesi, come tali. S'intende, non come erano in passato. I partiti del mio scenario appartengono a quel sistema partitico «normale » che ancora non abbiamo mai avuto.
Però è vero che noi stiamo navigando in avanti con la testa ancora voltata all'indietro e impigliata nella meccanica maggioritaria del Mattarellum. Berlusconi fa sapere ai suoi ex alleati che senza di lui diventano «ininfluenti». Ma non è più così. Tutti si chiedono se Fini e Casini possano affrontare il costo di uscire definitivamente dall'orbita del Cavaliere. Ma certo che possono; anzi nel nuovo contesto hanno tutto da guadagnare restando indipendenti. Vorrà dire che se l'insieme vincente sarà di centrodestra, Fini e Casini negozieranno con Berlusconi non più in condizioni di sudditanza ma da posizioni di forza. Come ha sempre fatto Bossi.
Mi verrà contestato che a questo modo io rinunzio alla condizione «irrinunciabile » di far sapere
ex ante agli italiani quali saranno le coalizioni di governo e quale il loro programma (collettivo?). Vero, ci rinuncio. Intanto i più sanno benissimo, prima di votare, quali saranno le possibili e probabili coalizioni di governo. Salvo Fini, nessuno teme che Berlusconi si possa alleare con Bertinotti o Diliberto con Storace. E il punto è che la roboante promessa di «far sapere prima» sottintende, in pratica, che Prodi o Berlusconi, o chi per loro, si assicurano 5 anni di potere in nome di un popolo «mandante» che li ha dichiarati intoccabili. Possibile che la gente si lasci turlupinare così facilmente?
Non è finita. Le coalizioni rigide e blindate della Seconda Repubblica sono rese tali dalla teoria e dalla prassi delle «mani legate », e cioè dalla demonizzazione delle «mani libere ». E' una buona idea? Secondo me, no. Mettiamo che io debba trattare una vendita oppure un acquisto oppure uno scambio. In tutti questi casi devo avere una scelta tra opzioni. Altrimenti, e cioè se un venditore ha un solo acquirente, è sicuro che vende male. Del pari se un compratore ha un solo venditore, è sicuro che il suo conto sarà salato. Ma in politica sembra che non sia così. Prodi ha deciso di obbligarsi (mani legate) con un solo contraente. Il risultato è che la Cosa rossa ha agio di alzare il suo prezzo. Elementare, Watson. Spero, allora, che Veltroni reclami le «mani libere» per dire ai suoi contraenti: se esagerate, provo altrove. Se così, alla terza prova cominceremo ad avere una Repubblica in grado di funzionare. Speriamo bene.

5 commenti:

sR ha detto...

bella chicca questa.

Juliet ha detto...

ne ho messe altre di Sartori, vedi belle categorie politica e giornalismo.

Cassa ha detto...

Anche la Prima Repubblica funzionava, a dire il vero (faccio riferimento alla frase alla terza prova..., se non guardiamo alle degenerazioni degli anni '80.
Quello su cui sono molto più scettico è che possibile che la gente si faccia turlupinare così facilmente?.
Se perfino chi si impegna in politica si fa fregare dalle roboanti dichiarazioni di turno, non ho speranza che la "gente" sia più sgamata. Al limite l'89% del sondaggio che citavi al post precedente diventerà 95%, ma all'atto pratico potrebbe non cambiare nulla, per chi sopravvive abbarbicato alle macerie della Seconda Repubblica.
C'è quasi da aver fiducia nei giochi e nelle losche trame di palazzo, per salvare il Paese...

sR ha detto...

@juliet:
sartori è pane quotidiano.
ho fatto due esami con i suoi libri.
è un grande scienziato della politica

Raffaele ha detto...

Alle volte Sartori proprio non lo capisco: ma quando la Cosa Rossa ha alzato il tiro in questi 17 mesi di Governo, di grazia?
L'unica cosa rossa che ha alzato il tiro sono le guance di Lamberto Dini in questi mesi, che ha forse alzato anche il gomito, chissà.

Sartori mi pare non sottolineare la realtà italiana, ossia che siamo un Paese di centro, che si sta spostando anche più al centro di prima, e che una legge elettorale proporzionale non rafforzata (con ad esempio premi di maggioranza o alleanze precostituite) comprometterebbe fortemente il futuro governativo di formazioni come AN e Cosa Rossa.
Essendo il nostro centro molto ampio e animato da forte spirito solidaristico (ci si stima tutti, tutti sperano di riuscire a governare con tutti, tutti sperano di rifare la dc ma non la rifarà nessuno, che senza di lei si ottengono gli stessi risultati senza sforzi) è inimmaginabile che a ricattare Berlusconi o Veltroni possano essere Fini o Vendola dagli estremi: per riuscirci, dovrebbero godere di numeri talmente ampi da superare tutti gli altri alleati possibili in Parlamento.

E' per questo che Fini si sta producendo nell'equilibrismo (sottolineato da pochi, perché quando uno parla bene fa fessi tutti) di proporre una legge elettorale al mese (a giugno fa firmare il - RIPUGNANTE - referendum, poi lancia il proporzionale di coalizione con premio di maggioranza, poi se ne esce col doppio turno, senza dimenticare che nel 99 ha appoggiato un referendum - fallito - per lasciare in vigore il solo maggioritario e che nel frattempo ha votato in Parlamento il Porcellum) (e meno male che sembra quello coerente, bella storia)

Perché Bossi è riuscito a ricattare Berlusconi e Fini no? Perché Bossi ha un partito regionale, la cui assenza farebbe perdere la destra praticamente in mezza Italia.

Come fa Sartori a omettere certe informazioni?

(che dici, è il caso che vado a dormire, eh? :D)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...