domenica 13 gennaio 2008

se potessi tornare indietro...

Se potessi tornare indietro cosa cambieresti? Cosa rinnegheresti essere parte di te?
Io credo praticamente nulla...è stato tutto fondamentale, anche i mille errori...a dir la verità a volte ricordo solo quelli...prima forse per questioni di immaturità(ancora non risolte) qualcosa me la potevo risparmiare...ma come?
Quando qualcuno mi chiede un consiglio la mia risposta è sempre la stessa, c'è Morgana che continua a chiedermeli per sentirselo dire: "fa quel che senti e non te ne pentirai mai, meglio sbagliare e non lasciare un amaro sapore di dubbio tra le labbra."
Gli errori servono a capire, a ragionarci su, a fare diversamente la prossima volta...sembra un paradosso(io adoro i paradossi) ma SBAGLIARE CI MIGLIORA. Anche quando si passano periodi Neri, va tutto assaporato...col tempo ricorderemo con affetto quelle lacrime...
Ma per fortuna il tempo non regala solo errori...c'è anche quella sensazione di aver fatto la scelta giusta che ci consola ad ogni sacrificio. Come una lunga gradinata asiatica in cima alla quale c'è il tempio splendido che vale la pena della "scalata".
Ogni volta che mi trovo difronte ad una scelta mi viene in mente una scena di Scary Movie 1, non so se ve la ricordate...in una delle prime scene, l'assassino insegue una ragazza da sola in casa, lei cerca di scappare in giardino e ad un certo punto si trova davanti ad un bivio con le indicazioni MORTE e VITA...lei logicamente da che parte va? MORTE! Eh! Ecco quando sono cosciente di fare una scelta sbagliata mi sento davanti a due cartelli...e chissà perchè non scelgo la direzione giusta. :)
Vabbè, meglio sbagliare con la propria testa...non so se il mio ragionamento sia giusto ma preferisco un rimorso ad un rimpianto...forse è un ragionamento un po' egoistico...ma nella mia pelle ci vivo io e i miei errori fanno male anche a me, non ci guadagno nulla...tanto vale fare una cosa che sento e non reprimerla!
Se potessi tornare indietro lascerei tutto com'è. Anzi, come al cinema, guarderei la mia vita con una manciata di popcorn tra le mani e una lacrima o un sorriso quando ci vogliono...se poteste tornare indietro....vi direi BUONA VISIONE!

19 commenti:

Morgana ha detto...

Forse ti chiedo sempre consigli xkè realmente non sono brava a prendere decisioni..ho paura di commettere errori...come dici sempre"fa quello che senti"kissà xkè quello che sento è sempre la cosa sbagliata...la prossima volta farò il contrario!!!!!Magari mi va meglio...Ti voglio bene Juliet...Fata Morgana..

Michele ha detto...

Eh...in effetti mi sono soffermato a pensare molte volte su cosa farei se potessi tornare indietro. Ma poi mi rendo conto che facendo scelte che mi avrebbero evitato certi dolori mi sarei precluso, oltre una certa crescita, anche dei momenti irrinunciabili che non avrei mai detto sarebbero potuti nascere da brutte situazioni.
Attenzione alla paura di soffrire!

Juliet ha detto...

@fata morgana: la mia porta per te sarà sempre aperta..dal lunedi al venerdi dalle 16.00 alle 23.00...scherzo! :P

@michele: hai proprio ragione, la paura di soffrire è la peggior compagna che possa avere un sentimento...ma a volte anche ql ci abbaglia...

Juliet ha detto...

@michele: ho visto che fai parte della ciurma di Vlad...ma bravo...se nn sbaglio ho difeso un tuo post una volta, anche se nn hai la faccia di uno che ha bisogno di essere difeso...bene bene...tra un po' avrò tutti i blog di desenzano qui, e la cosa nn mi dispiace!

Bk ha detto...

Se potessi tornare indietro...
farei un altra vita!
sai che palle fare le stesse cose
ed aspettarsi già tutto!!
il bello è avere sempre strade nuove.
Besos Bk

silvio ha detto...

Io se ritornassi indietro cambierei due o tre cosette. O forse no...
Sai, juliet, la cosa strana della vita è che quando compi un'azione metti in moto un meccanismo che non sai come si evolverà....
Ti faccio un esempio pratico:
io mi sono sposato a 27 anni, a 34 mi sono separato.
Mi sembra ovvio dire che se ritornassi indietro non mi sposerei, non con quella persona (visto come è andata a finire)
PERO'... da quella storia è nato un figlio, che poteva nascere solo da quella storia!!
Pensaci.... tu potevi nascere solo da tua madre e tuo padre nel giorno in cui ti hanno concepito!
Nè un attimo prima, nè un attimo dopo....
Un attimo dopo saresti stata diversa! Non Juliet, ma Starlet! (tanto per inventarmi un nome...)
E ritornando a me, da quel matrimonio è nato un figlio che non cambierei per nulla al mondo, gli voglio un bene dell'anima.
QUINDI??
Quindi il destino a volte non lo scegliamo noi, ogni azione mette in moto tutta una serie di azioni, e da qualcosa di bello può nascere della sofferenza, e da qualcosa di brutto, di negativo, possono nascere delle bellisssime esperienze...
Ciao

cittadinoQQ ha detto...

apparte che non si può fare e quindi il discorso resta fine a se stesso, comunque mai rimpiangere nulla.
Tutto ciò che si fa (errori, scelte infelici, torti subiti o fatti) serve per accrescere la propria esperienza personale, anche e soprattutto le cose che feriscono fanno diventare persone mature.
E' giusto essere indecisi davanti ad un bivio, ma non bisogna aver paura di scegliere.
ciao.

sR ha detto...

è così bello il meccanismo dell'AZIONE-REAZIONE!
qualunque cosa ho fatto nella mia vita ha comportato la reazione di qualcuno. Il solo pensiero di questo è vita, le nostre azioni non restano fine a se stesse.
non si rimpiange nulla del passato, saper comprendere gli errori commessi in precedenza,però, è la chiave per capire il futuro.

@july: hai fatto il lifting al blog?nuova veste grafica... brava! :D

Michele ha detto...

Sì, mi ricordo :)
Grazie mille,anche se a posteriori.
(Tra parentesi: quello dei oltelli sono proprio io, non è Silvio!)

Gianluca ha detto...

Se potessi cambierei un paio di cose
direi di sì ad una donna a cui abdicai..
o forse no..farei come te, aprirei il mio sacchetto di pistacchi e guarderei la mia vita al contrario cercando di imparare e di non rifare gli stessi errori che puntualmente rifarò.

►novat◄ ha detto...

mai tornare (e guardarsi) indietro, anche se si è commesso tanti errori.. aiutano a crescere..

giovannina ha detto...

Beh...quello che hai detto è bellissimo :)

La cosa più difficile, dopo l'autoaccettazione, secondo me è proprio l'accettazione degli errori passati. Entrambe le cose sono irrimediabili: pur esigendo prestazioni sempre più alte da se stessi, non si possono superare certi limiti, e oltre un certo confine possiamo solo accettarci serenamente; e per quanto riguarda il passato, ovviamente anche sotto quel punto di vista c'è poco da fare. Tornare indietro non si può, l'unica cosa che resta è proprio l'accettazione dei propri errori. Ma per farlo ci vuole coraggio... è una cosa che ho sempre visto in te; non ti conosco benissimo, ma riconosco che sei molto forte, e anche se la mia strada è ancora tutta in salita, spero di arrivare anch'io a quello...a una visione d'insieme, senza rimpianti, e magari senza manco troppi rimorsi :)

ertnas ha detto...

Se ho capito bene ti riferisci alla scelta di cambiare il template, vero?
Se potessi tornare indietro, fossi in te, lo rifarei, è molto bello :)
ciao ciao

Juliet ha detto...

ehm...veramente il template nn c'entra..ma grazie per il complimento!

Cassa ha detto...

Visto che il mondo è bello perché è vario, o così si dice, dirò la mia sostenendo che non sono d'accordo.

Che gli errori servano, siamo d'accordo, perché dagli errori si impara a non ripeterli. Ora, tornare indietro e rifare gli stessi errori sarebbe appunto il ripeterli, a prova che gli errori passati non sono serviti a niente. Quindi, delle due l'una. O fare errori non serve, perché nella stessa situazione li rifaremmo (ed allora un errore è un male assoluto - che non si può nemmeno subordinare ad un bene successivo e duraturo), o serve per non ripeterli; ed in tal caso non si ripetono.

Juliet ha detto...

forse nn hai capito il perchè ripeteremmo i nostri errori...non perchè siano cose giuste..ma perchè le conseguenze ci hanno portato ad essere ql che siamo...se tornando indietro cambieremmo le cose...il presente sarebbe totalmente diverso..anche il perdere un bus cambierebbe tutto!

Raffaele ha detto...

Ci sono cose che sono così sbagliate che te ne accorgi un attimo dopo che le hai fatte... quando faccio errori di questo tipo mi innervosisco, e di solito una catena di sfighe concatenate mi assale e aumenta (come se ce ne fosse bisogno) la mia insoddisfazione.

Mentre se guardo al passato più passato sono decisamente più indulgente... Si perde il conto delle presunte idiozie che hanno contribuito a portare belle novità :)

Lele ha detto...

Ciao Juliet....!Concordo anche questa volta......!Sbagliare nel proprio cammino é fondamentale per imparare a camminare diritti....chi non sbaglia non esiste.....!

Pino ha detto...

Se potessi tornare indietro lascerei tutto com’è
Cara Juliet non volevo ammetterlo ma credo che alla fine sia cosi.
Quest’anno per quanto mi riguarda non è iniziato nel modo migliore.
Come capita spesso in questi casi, uno si volta indietro per vedere dov’è che ha sbagliato.
Se, ma, forse ma alla fine credo che TU abbia ragione.
Pertanto ti ringrazio per avermi Illuminato e già da oggi vedrò di riprendere a sorridere alla vita.
Ti sto per linkare nella sezione blogs and siti. Il tuo diario è veramente poetico oltre che bello.
Un saluto dal Salento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...