venerdì 1 febbraio 2008

e un bel "vaffa" all'evoluzione

Il professor Karim Nayernia guida l’equipe che conduce esperimenti (per ora sui topi) su una sorta di fecondazione "ermafrodita" a mio avviso.
Sembrerebbe che dal midollo osseo femminile si possa ottenere una specie di "sperma grezzo". Ma il bambino potrebbe avere delle anormalità genetiche.
Tutto questo farebbe si che:
a) una donna potrebbe avere un figlio da sola (ma sarebbe solo un clone dello stesso sesso);
b) due donne potrebbero avere un figlio prelevando il midollo osseo per produrre lo sperma da una, e ospitando l'ovulo nell'utero di un altra;
c) un uomo potrebbe avere un figlio da solo, basterebbe riprodurre una cellula uovo dal midollo dello stesso uomo (comunque clone);
d) due uomini potrebbero avere un figlio, ma avrebbero sempre bisogno di un "utero in affitto".

Tutto questo con un vaffa all'evoluzione e al sentimentalismo del concepimento.
Le ipotesi b e d renderebbero possibile il sogno di molte coppie gay ma la questione etica (che a volte non c'entra molto) avrebbe qualcosa da ridire. Non vogliono legalizzare l'adozione figuriamoci una fecondazione di questo tipo! Non so sinceramente se sarei d'accordo, ma non credo spetti a me decidere, non ne so abbastanza e preferisco astenermi.

17 commenti:

Ed Kemper 2B de-kemper ha detto...

questione complessa, l'importante è regolamentare e imporre dei limiti sia etici che giuridici alla ricerca scientifica. Limiti entro i quali sviluppare la ricerca per il bene comune

Ed Kemper 2B de-kemper ha detto...

questione complessa, l'importante è regolamentare e imporre dei limiti sia etici che giuridici alla ricerca scientifica. Limiti entro i quali sviluppare la ricerca per il bene comune

Juliet ha detto...

la questione è: è giusto porre dei limiti alla scienza?

Terra Marique ha detto...

Ciao, complimenti per il blog, ci sono molti temi interessanti.
Avrei bisogno di chiederti un aiutino, per modificare la mia struttura, vorrei utilizzare un tema di blogger ma con tre colonne, ho visto che nel sito dove hai preso questo tema ce ne sono, ma non riesco ad inserirli :-(
puoi cortesemente aiutarmi..
se preferisci questa è la mia email: andreagiattini@hotmail.it
grazie

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ne ho parlato anch'io. La scoperta mi lascia molto perplesso....

Lele ha detto...

A me sembra,la scoperta intendo, una cosa francamente da malati mentali......!
L'uomo e la donna sono sempre esistiti come esseri complementari.....!
A me già sentire "utero in affitto" é un assurdo che ormai siamo abituati a sentire come "normale".....!
Volendo fare un po' gli spiritosi,se no mi viene davvero una tristezza infinita,di questo passo si faranno "i figli a rate"......!
Che bisogno abbiamo di creare delle cose cosi....?
Ciao Juliet!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

E la risposta alla tua domanda è sì quando non è scienza ma manipolazione fine a se stessa.

L'esempio classico è la clonazione.

clonare un fegato per un trapianto posso condividerlo, clonare un essere umano no.

Nel momento in cui la scienza non aiuta a far star meglio ma vuole manipolare quello che già va bene non è più scienza.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ammiraglio Vlad ha detto...

Adesso magari no, ma sviluppare scoperte del genere potrebbe un giorno salvare la specie umana. E sinceramente l'evoluzione c'entra poco. Io sono per la più completa libertà di ricerca finché non lede la libertà altrui.

Eleanor ha detto...

ma....il sesso....dove va a finire?

io penso che se così funzioniamo già non c'è motivo di andare oltre. insomma a che pro fare figli in questo modo?
-se volessi avere un figlio da sola mi sentirei davvero molto triste. se io non riesco a trovare una persona con cui dividere la vita mi sembra difficile immaginare di dare questa triste esistenza a qualcunaltro.
-se voglio dare amore a un bambino ce ne sono un'infinità che aspettano di riceverlo, con l'adozione o il volontariato, per chi non ha i "requisiti"(se ad esempio non ho un marito)
-se voglio lasciare traccia di me sulla terra mi sento francamente un'egoista
-l'utero non si affitta.
-cloni a che scopo??? sono tanto bella, brava e intelligente che voglio continuare ad esistere?


io non sono d'accordo, se a qualcuno interessa.
saluti.

Domenico ha detto...

Quando l'uomo smetterà di torturare ed ammazzare creature di Dio per salvarne o crearne altre, sarà troppo tardi.
Parlo dei milioni di topi in questo caso, scimmie, conigli e molti altri animali che ogni anno vengono trucidati per la ricerca.

Juliet ha detto...

@terra marique: sono stata sul tuo blog(che è già a tre colonne) mah, non so che dirti..per modificarlo io non ho fatto altro che un copia e incolla del codice e qlc modifica qua e là per il colore...

Juliet ha detto...

ragazzi perchè eliminate i vostri commenti?non avrete mica vergogna delle vostre opinioni, vero?

Terra Marique ha detto...

Ciao, il mio blog è a tre colonne, ma dà dei problemi, quindi volevo metterne uno nuovo :-)
cmq grazie, provo ancora.

Cassa ha detto...

@Vlad: l'evoluzione c'entra eccome. La riproduzione sessuata è una bella conquista evolutiva (o, se preferisci, il modo che il Disegno Intelligente ha stabilito per gli esseri "superiori" - cioè un po' più complessi dei batteri -, ma so che giustamente non preferisci).

Intendiamoci. Secondo me, se la ricerca deve essere libera, deve esserlo in assoluto. Questa libertà degli altri di cui si va tanto cianciando...ma cosa è un essere umano di fronte alle cose che si possono scoprire o creare con le nostre forze? Se vogliamo essere i Prometeo del domani, non dobbiamo fermarci davanti a niente. E tanti la pensano così, salvo poi chiamare pseudoscienziati i medici nazisti che facevano esperimenti usando i prigionieri dei campi come cavie usa-e-getta.

Ma, cari lettori!, era scienza anche quella - forse gli esperimenti avrebbero avuto più validità sottoponendovi persone sane, e non debilitate dalla prigionia, ma non si può avere tutto!

Oppure si deve stabilire che, come tutte le attività umane, anche la ricerca debba avere dei limiti. Che secondo me, avremmo già passato.

Michele ha detto...

La libertà della scienza? Per me si ferma con la sua utilità. Chiedo scusa per la brutalità dell'affermazione, ma la vedo così.
Fintantochè una ricerca scientifica procura dati utili (dal punto di vista della qualità della vita) all'umanità, allora non ha limiti.
Qui potrebbe nascere una discussione, ma ho usato a proposito i termini "qualità della vita" e "umanità", per far capire che una ricerca su come rendere più comodi i divani che sottragga rirorse alla cura sul AIDS non incontrerebbe la mia approvazione.

Juliet ha detto...

sono perfettamente d'accordo con te michele!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...