lunedì 24 marzo 2008

inside ...

...che chiede incessantemente il perchè della tristezza del mio sguardo alcune volte.


Ha una solitudine lo spazio,
solitudine il mare
e solitudine la morte - eppure
tutte queste son folla
in confronto a quel punto più profondo,
segretezza polare,
che è un'anima al cospetto di se stessa:
infinità finita.
(Emily Dickinson)

5 commenti:

daniela rindi ha detto...

bellissima...approfitto di questo spazio per invitarti nel mio blog alwaystiredmum. Perchè anche se non sei mamma, sei figlia e ho letto quella bella poesia dedicata a tuo padre. Vorrei le tue impressioni. Se ti va manda una mail con tuo indirizzo a: daniela@specchiopiuma.it e procedo con l'invito. Ciao a presto! Daniela

Laura ha detto...

Adoro questa poesia della Dickinson...

Juliet ha detto...

@daniela rindi: ti ringrazio, è vero non sono mamma, ma sono figlia e anche sorella...ne avrei di cose da raccontare sulla famiglia, ma preferisco lasciarle così...usciranno solo come piccoli sfoghi quando non riuscirò a trattenerli...e se qualcosa ti piace, sei libera ti postarlo sul tuo blog citando la fonte ...terrò conto del tuo invito per il futuro... ciao :)

Gianluca ha detto...

splendida....
un abbraccio

g

lilith ha detto...

bè perdonami i giorni di ritardo l'ho letta solo ora... ah baby... io ho sempre ragione :°D solo che la gente lo accetta molto difficilmente... i love u angie
lilith

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...