mercoledì 30 aprile 2008

La lettura del "Tomone" 10.

Art. 55.

Il Parlamento si compone della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica.

Il Parlamento si riunisce in seduta comune dei membri delle due Camere nei soli casi stabiliti dalla Costituzione.


Art. 56.

La Camera dei deputati è eletta a suffragio universale e diretto.

Il numero dei deputati è di seicentotrenta, dodici dei quali eletti nella circoscrizione Estero.

Sono eleggibili a deputati tutti gli elettori che nel giorno delle elezioni hanno compiuto i venticinque anni di età.

La ripartizione dei seggi tra le circoscrizioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, si effettua dividendo il numero degli abitanti della Repubblica, quale risulta dall'ultimo censimento generale della popolazione, per seicentodiciotto e distribuendo i seggi in proporzione alla popolazione di ogni circoscrizione, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.


Art. 57.

Il Senato della Repubblica è eletto a base regionale, salvi i seggi assegnati alla circoscrizione Estero.

Il numero dei senatori elettivi è di trecentoquindici, sei dei quali eletti nella circoscrizione Estero.

Nessuna Regione può avere un numero di senatori inferiore a sette; il Molise ne ha due, la Valle d'Aosta uno.

La ripartizione dei seggi tra le Regioni, fatto salvo il numero dei seggi assegnati alla circoscrizione Estero, previa applicazione delle disposizioni del precedente comma, si effettua in proporzione alla popolazione delle Regioni, quale risulta dall'ultimo censimento generale, sulla base dei quozienti interi e dei più alti resti.


Art. 58.
I senatori sono eletti a suffragio universale e diretto dagli elettori che hanno superato il venticinquesimo anno di età.

Sono eleggibili a senatori gli elettori che hanno compiuto il quarantesimo anno.


Art. 59.

È senatore di diritto e a vita, salvo rinunzia, chi è stato Presidente della Repubblica.

Il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita cinque cittadini che hanno illustrato la Patria per altissimi meriti nel campo sociale, scientifico, artistico e letterario.

Art. 60.

La Camera dei deputati e il Senato della Repubblica sono eletti per cinque anni.

La durata di ciascuna Camera non può essere prorogata se non per legge e soltanto in caso di guerra.




Tranquilli non me ne ero dimenticata. Leggersela un po' non fa mai male. Ho visto gente parlarne per il semplice gusto di riempirsene la bocca. Sr non avete letto la costituzione non ne potete parlare. Non è coerente difendere qualcosa che non si conosce se non per sentito dire.

7 commenti:

sR ha detto...

sai che con la nuova legislatura il tomone corre il rischio di essere drasticamente rivoluzionato???

Juliet ha detto...

è per qst che intendo ricordarlo già da adesso...ha la sua età...qst anno sono 60 per lui

sR ha detto...

e pensare che la nostra costituzione è frutto anche del PCI... che perdita in parlamento.

e io non sono comunista... però riconosco il valore del PCI alla Costituente

La Casa Degli Orrori ha detto...

...un salutino!!

Marlene ha detto...

allora? andato been il primo maggio? ancora a nanna?

scrittrice75 ha detto...

ciao un saluto da angela.. sono passata a sbirciare sul tuo blog e ti ho lasciato un saluto

Juliet ha detto...

ciao a tutti...grande primo maggio...peccato per il mal di testa!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...