sabato 28 giugno 2008

A volte si sente che non ci sei...

E se per un istante. Un solo lungo e interminabile istante fermassi il tuo sguardo sul mio, capiresti che la mattina le mie abitudini sono cambiate senza che io lo chiedessi.
E se per un minuto io potessi solo sfiorarti, giusto il tempo di rendere reale la tua esistenza potrei anche cominciare a credere in te.
Non sei mai uno, sei sempre tutti ...se solo avessi la forza di credere in te incondizionatamente. Se lasciassi correre le voci di mistificatori che plagiano quelle che dicono le tue parole. Se solo avessi ancora l'istinto di pregare nel bisogno, e non la vedessi inutile come cosa. Se non fossi così vigliacca da pensare di essere già stata in paradiso e di essere ora condannata ad una vita solo terrena. Una vita fatta di fatti. Fatta di tangibilità, di materia e di spirito buono solo per l'alcol...
Vorrei poter credere in te...ma mi sentirei ridicola a riporre la mia vita nelle mani di uno che non da nessuna certezza. A volte mi manchi...mi manca quando ti sentivo sempre accanto a me....mi manca quando ti parlavo e ti raccomandavo i miei amori... ma forse è solo per un profondo senso di solitudine che le persone palano con te...eppure ora non sono sola...vedo solo che non ci sei.

17 commenti:

Bk ha detto...

Respiri?
Sei viva?
Ti sorprendi ancora?
Ti batte forte il cuore?
La tua fantasia funziona ancora?
Riesci ad emozionarti?
La senti l'energia del mare?
Il calore della gente...,
il rumore della notte, il fresco del mattino, le fusa di un gatto...?
Se J. guarda ancora il mondo coi suoi occhi azzurri e scopre ogni giorno cose nuove...
bè, allora non se ne è mai andato.

Juliet ha detto...

respiro, sono viva. Poche cose mi sorprendono ancora. il cuore mi batte sempre all'impazzata. ho la fantasia più fervida dei miei nipotini. mi emozionano molte e forse trp cose.il mare è un catalizzatore per me. il calore della gente...beh la gente non sempre è una bella cosa. la notte è assordante nei miei pensieri, il mattino è un momento di relax...le fuse di xXx sono piacevolissime, altro che gatto.

sR ha detto...

comincia a credere almeno in te stessa e vedrai che andrà molto meglio

Voxdei ha detto...

Probabilmente conosci già queste parole, Juliet, ma tristemente, data l'ora ed il fumo prodotto da quel che resta delle mie sinapsi, non riesco a trovar veicolo migliore per trasmettere ciò che penso:

"Ho sognato che ho camminato sulla sabbia accompagnato dal Signore e sullo schermo della notte erano proiettati tutti i giorni della mia vita.

Ho guardato indietro e ho visto che ad ogni giorno della mia vita proiettato nel film apparivano orme sulla sabbia: una mia e una del Signore.

Così sono andato avanti, finchè, tutti i miei giorni si esaurirono. Allora mi fermai guardando indietro, notando che in certi posti c’era solo un’orma….
Questi posti coincidevano con i giorni più difficili della mia vita: i giorni di maggiore angustia, di maggiore paura e di maggiore dolore….
Ho domandato allora: Signore, Tu avevi detto che saresti stato con me in tutti i giorni della mia vita, ed io ho accettato di vivere con Te, ma perché, mi hai lasciato solo proprio nei momenti peggiori della mia vita?
Ed il Signore mi ha risposto: Figlio mio, io ti amo e ti dissi che sarei stato con te durante tutta la camminata e che non ti avrei lasciato solo neppure per un attimo, ebbene non ti ho lasciato…..
I giorni in cui tu hai visto solo un’orma sulla sabbia, sono stati i giorni in cui io ti ho portato in braccio."

Spesso è così difficile rendersi conto di quante cose splendide ci accadano e quanti problemi siano scomparsi immprovvisamente dalla nostra strada...
Siamo soltanto uomini, juliet, restiamo in attesa di qualcosa di eclatante, miracoloso, dimenticando di vedere le piccole cose meravigliose che Lui semina lungo la nostra vita...

Perchè è così facile credere agli uomini, alle voci mistificatrici, le stesse che mentono ed intessono inganni ed invece è cpsì semplice dubitare delle parole di pace ed amore che ci dona?

Ti dedico un sorriso ed una carezza, Juliet, invitandoti a parlare ancora con Lui.
Saprà consolarti.

Domenico Letizia ha detto...

scusate ragazzi ma ci vedo una marea di tristezza on questi post........ la gente?? hihihiihih e se se e mo la trovi la comprensione ( quando si muore si muore soli e lo dice de andrè) il resto è solo una giornata domani va già meglio per il solo fatto che vivi e che cammini sei un individuo quindi fai l'individualista e lotta solo per te non per l'umanità non per le idee ma per te!

Voxdei ha detto...

@domenico letizia: perdona la franchezza, ma il mondo va in merda anche per pensieri come i tuoi.
Così giovani e così disillusi...ma davvero il mondo vi ha ridotti così?

Domenico Letizia ha detto...

caro voxdei, io milito in almeno tre comitati faccio politica da quando ne ho 13, ho cambiato vari partiti (servendomi sempre del parito che e per ciò che poteva offirmi, mai il parito di me) faccio volontariato nella croce rossa da almeno 5 anni......quindi spento, dillo con tutto il rispetto ma a qualche tuo parente.
il mio pensiero e quello del libertarismo e dell'individualismo dove l'individuo non comanda enon vuol essere comandato.
quindi se i miei pensieri fossero nelle teste forse andrebbe meglio e ricordati che idelai come la carità e la solidarieà sono filgie di governi e di chiese, proprio coloro che sono artefici dei più grandi mali del mondo, la religione e il partria......
saluti libertari.

Juliet ha detto...

ehi ehi ehi ...calmini eh?!
i toni devono essere democratici. RISPETTO PER LE OPINIONI ALTRUI, MI RACCOMANDO.
ognuno è libero di esprimere i suoi pensieri come crede nel rispetto delle idee altrui....quindi, io metterei un punto a qst tipo di discussione, oppure vi inviterei ad un dialogo dai caratteri meno accesi. qui nessuno mette in discussione l'operato o le scelte di qualcun altro.
mi fa piacere che le cose che ho scritto vi abbiano coinvolto, ma preferirei che controllaste le vostre espressioni. Adoro i vostri rispettivi blog, e vi reputo blogger che sanno comportarsi...

Ima ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Voxdei ha detto...

Perdona il protrarsi della discussione, Juliet, ma ritengo sia doverosa una risposta.

Caro Domenico, sono felice tu sia così impegnato socialmente, io ho espresso il mio disappunto nei confronti di un pensiero che spinge all' individualismo.
Proprio quello che tu hai manifestato.
"sei un individuo quindi fai l'individualista e lotta solo per te non per l'umanità non per le idee ma per te!" sono parole tue, se non vado errato.
Io non sono altro che un granello di polvere, caro Domenico, un semplice viandante, qualcuno che non può certo insegnare ad altri come vivere la propria vita.
Mi spiace averti offeso o colpito la tua sensibilità, ma se non ti ritrovi in quel "plurale" impersonale da me utilizzato "Così giovani e così disillusi...ma davvero il mondo vi ha ridotti così?", perchè te la prendi tanto?

Perdonami ancora, ma io non ho mai visto uccidere per carità o solidarietà...puoi dirmi lo stesso per l'individualismo?

Perdonami, Juliet, se ho abusato del tuo spazio.

Ima ha detto...

Scusate se inopportuno il dibattito tra individualismo e tutto il resto.
Quando sarete capaci di farvi le camice da soli.
Di coltivare i vostri orti.
Di allevare i vostri figli.
Di crescere senza l'aiuto di nessuno.
Di finire un lavoro senza chiedere niente.
E di tante altre cose che probabilmente fate tutti i giorni che vi fanno credere di "essere soli" allora, forse, in quel momento si potrà dire di essere soli.

La mia massima preferita ?

"Se vai al gabinetto e usi ancora la carta igienica, probabilmente devi ringraziare qualcuno che si e` sbattuto per farla."

Domenico Letizia ha detto...

no hai frainteso non me la son presa per la questione dei giovani ma per la questione dell'individualismo.... ripeto quelle parole e le continuo ad afferamare.. cmq stiamo lontano da quello che intendi tu per individuo ed individualismo ti lascio solo qualche nome così giusto per intenderci:
max stirner,
renzo novatore,
poi la carità e la solidarietà hanno fatto milioni di morti a partire dalle guerre degli stati nazionali per difendere i popoli passando per le crociate della chiesa nel medioevo finendo alle ultime lezioni di militarismo anche del nostro caro governo tutto in nome della solidarietà e della carità.
saluti cmq chiudiamo questa discussione si intrendono cose diverse forse non hai capito la scuola a cui mi rifaccio se così la posso definire.
ciao juliet.

Ima ha detto...

E` brutto pensare che nemmeno ti conosco e devo affermare questo.

Tu confondi la tua saccenza con conoscenza e sapere.

Quello che tu sai e dici di sapere paiono agli occhi delle persone intelligenti e capaci solo delle difese. Perche` non si puo` confondere la solidarieta` CON gli atti di uno stato o di una chiesa.
E` come dire che tua madre ti ha dato da mangiare solo perche` sapeva che un giorno avresti pagato le tasse o mandato in guerra.

Le tue affermazioni come i tuoi studi mi paiono solo fini a loro stesse senza contribuire realmente alla tua causa o a quella di qualcun altro. Puoi aver fatto anche 20 mila studi su 20 mila persone intelligentissime e sagge ma se non capisci i loro significati di individualismo non hanno molto senso.

Provo a farti notare ancora in modo meno laborioso cosa e` sbagliato nel tuo concetto.

Noi parliamo di dare arance ai poveri bambini e tu dici che alcune persone dando delle arance ai bambini gli hanno rubato il paese quindi anche noi siamo dei ladri. Se non ricordo male si chiama sillogismo.

Quello che invece si cerca di farti capire e che probabilmente fai fatica a comprendere perche` non hai mai subito situazioni forzate e` che sono le minoranze che fanno la forza, quelli che credono nella solidarieta` pura senza scopo di lucro.

Domenico Letizia ha detto...

carissima ima,
propio perchè mi hai inserito questioni filosofiche sono contento di parlarne, continuo a ripeterti che lo studio dell'individualismo e quanto di più pratico ci sia. mi hai palrato di maggioranza su minoranza, io ti dico e non è una questione politica che la dittatura di una maggioranza su una minoranza è dovuta proprio ad una questione di realtà storica nata sulla carità e sulla solidarietà.
scuami ma continuo aripetere che ti sbagli... eproprio perchè me la punti su una questione sociale filosofica ti parlo anche da questo punto di vista...pensa alla religione essa è in teoria un bene ma proprio perchè si è parlato di dittatura la religione è stata introdotta nelle società come un fattore forzato ecco lo sbaglio.
tu mi parli di umanità ti rendi conto che il concetto di umanità è un dogma e che giustifiche posizioni estreme marxisite quando palri in generale?? giustifichi il fattore massa e non più individuo...
ecco quello che voglio farti capire finchè si ragione in logiche di massa quindi dogmatiche e stupide perchè nessuna scienza può descrivere e studiare l'uomo ci ha provato il comunismo ed è stata una delle più feroci dittature, ci ha provato il fascsmo e il nazismo e sono stati mostruosità sulla terra proprio in logiche di massa.
io quando ti parlo di individualismo ti palro di pensare a te perchè nessun uomo è accecato da follia di voler rovinar il mondo se è cosciente d'altronte il bambino nasce buono lo dicevano anche i pedagogisti del settecento.
ecco cosa voglio dire e scusami ma i studi sono importnte propio per questo, l'uomo deve seere3 libero elibero deve crescere e le istituzioni anche quella della solidarietà che è un concwetto astratto sono dispotismi.... io ti continuio a ripetere che il concetto di solidarietà è malefico perchè è un concetto astratto di massa non individuale...
quindi grazie per la discussione
cmq mio padere è un semplice operaio e abbiam sempre vissuto unna semplice vita quindi di forzature se ne fanno tutti i giorni.

Domenico Letizia ha detto...

in poche parole il concetto di solidarietà è bellissimo e l'applichiamo tutti i giorni ma ogni qual volta lo si vuol far diventare un valore diviene un male ecco tutto.
perchè l'individualismo è innato le forzature sono astratte.
buona giornata ima.

lilith ha detto...

eh bè... e io che pensavo che si parlasse di spiritualità e fede :p
by the way... sono poche le cose su cui puoi contare e che ti renderanno felice... la fede è una cosa strana. Forse tornerà, forse no (io sono fondamentalmente una scriteriata in tal senso :°D)spero solo che tu possa riacquisire il sorriso vero che avevi tanti anni fa.... ciao angie

Juliet ha detto...

siete usciti fuori tema....

lilith, è vero...non sono più angie...forse non o sono mai stata...il sorriso era ed è vero...solo che è un po' più raro...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...