sabato 20 settembre 2008

Urbanistica e sanità

Sono dell'idea che un ospedale debba avere un parcheggio adeguato, con minimo di posti auto assicurato.
Non sopporto il "parcheggio con chiave".
Che cos'è?
Semplice. Nel parcheggio "autorizzato" non c'è posto, allora il "responsabile" prende in consegna l'auto con le chiavi e aspetta che se ne vada qualche altra auto per piazzarci la tua.
Ora non so voi, ma non mi fido a lasciare le chiavi dell'auto a gente che non conosco senza alcuna garanzia.
Beh da qualche parte la dovrai pur mettere questa dannata consumatrice di combustibile.
Allora cerco il posto per gli invalidi, e scopro che tutti e quattro i parcheggi perimetrati dalla linea gialla sono occupati e non hanno il tesserino apposito che ho io nell'auto.
Sono costretta, per urgenza, a parcheggiare davanti ad un cancello condominiale e a restare in macchina per non creare casini nel caso in cui qualcuno sarebbe dovuto entrare o uscire (odio mettermi in divieto di sosta!!!). Ma l'alternativa era la doppia fila. Non è che chi avesse il parcheggio lecito se la fosse cavata meglio visto che non aveva pagato il parchimetro.
Il fatto è che mio padre è dovuto entrare da solo all'ospedale, e a stento riesce a camminare anche se ha a stampella. Era solo per una visita, ma poniamo il caso che si trattasse di un caso di pronto soccorso, come la mettevamo???
Io avrei lasciato l'auto proprio davanti all'ingresso dell'ospedale!

4 commenti:

leonidiog ha detto...

Buona sera da Leonidio, Grecia. Il bel blog. la stella ti trovi.

Juliet ha detto...

ciao, grazie...non ho capito l'ultima parte del commento, ma del resto non sono nemmeno riuscita a leggere un tuo post per ignoranza mia

Andrew ha detto...

i parcheggi, un altro problema tutto italiano... :)
buona domenica

Mitsuki ha detto...

U.U concordo

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...