mercoledì 28 gennaio 2009

dire Donna è dire Mela.

Sono sempre più convinta che il binomio Mela-Donna vada ben oltre l'allegoria biblica. Povero Adamo!
Già Biancaneve la sapeva lunga sulle mele e le donne.

Le amiche, le compagne, le donne in genere, andrebbero scelte come le mele dal fruttivendolo:
- selezionate personalmente una ad una, mai farsi aiutare o consigliare da chi deve solo vendere;
- non troppo mature, non durerebbero un giorno;
- non troppo acerbe, durerebbero troppo e verrebbero dimenticate nel cesto al centro del tavolo;
- con un bel aspetto, devo sempre essere invitanti, "simpatiche", a prima vista;
e soprattutto con i guanti di plastica, con la busta, ma mai a mani nude.
SENZA DIMENTICARE CHE BISOGNA LAVARLE PRIMA DI ASSAGGIARLE!
Un consiglio spassionato: anche se dicono che fa bene, al giorno d'oggi, meglio vedere prima cosa c'è sotto la buccia, e poi via al morso.

2 commenti:

Erica ha detto...

Carino questo post! Un binomio perfetto donne e mele!

Voxdei ha detto...

...si, decisamente calzante!
Siete da mordere, addentare, assaporare con assorta attenzione...
Meravigliose creature, Dio non ha fatto uno splendido lavoro con voi?
Sai cosa credo, però?
Ogni uomo dovrebbe aver la responsabilità di scegliere la propria mela quando è ancora attaccata al ramo, proteggerla e curarla fino a quando non sopraggiungerà la stagione adeguata per coglierla...
A quel punto potra cibarsene e, soprattutto, saziarsene senza mai desiderarne altre...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...